Vedere oltre la collina

Il compito di un genitore è di essere la persona che riesce a vedere oltre la collina. James L. Hymes

Un pomeriggio come tanti di inizio febbraio, mi sono presentata al Kindergarten per prendere mio figlio, niente di strano se non fosse che mio figlio non c’era, era scomparso.

Continua a leggere “Vedere oltre la collina”

Non abbassare mai la guardia!

Quando si vive all’ estero, l’attenzione per i propri figli è decisamente più alta. Questo perché può capitare di incontrare persone non preparate sul bilinguismo,  e seguirli in un sistema scolastico che non si è vissuto in prima persona è impegnativo. Ogni giorno c’è una novità, un nuovo cartello da tradurre, una festa incomprensibile da organizzare, abitudini e tradizioni che non ci appartengono ma che gradualmente diventano anche nostre. E poi ci sono le richieste delle educatrici, che devo ammettere di richieste ne fanno poche nel nostro caso, ma vanno tutte attentamente ponderate. Per esempio questa volta abbiamo risposto: “No, non siamo d’accordo”. Per la prima volta ci siamo imposti, perché l’educazione al bilinguismo è una cosa seria. Continua a leggere “Non abbassare mai la guardia!”

Imparerai insegnando. E imparando insegnerai.

Copyright IntantoInTedeschia.com

Oggi quando sono arrivata al Kindergarten l’educatrice di mio figlio mi ha chiesto se avevo cinque minuti per parlare, ovviamente ho risposto subito di si. Ho pensato oddìo cos’ha combinato? Lei era seria ma tranquilla ed è andata dritta al sodo: “Oggi suo figlio ha rotto un giocattolo e lo ha fatto volutamente.” E continua con la descrizione dell’accaduto, io mi sono detta molto dispiaciuta e disponibile a pagare per comprare un giocattolo nuovo alla scuola, pensavo di chiuderla con :”Prenderò appuntamento con la preside per risarcire il danno”. Lei è rimasta stupita della mia reazione, insomma ero disposta a mettere mano al portafoglio come penso sia normale e invece ho ricevuto una bella lezione di civiltà… Continua a leggere “Imparerai insegnando. E imparando insegnerai.”

L’Educazione alla tedesca, Stufe dopo Stufe.

Io sono quel tipo di mamma che la sera dopo aver messo a nanna il proprio figlio, tira un sospiro di sollievo, e, guardando il marito, dice “Anche oggi l’abbiamo messo a letto sano e salvo!”. Le avventure di un genitore non finiscono mai, e una nuova scuola porta sempre un po’ di ansie e pensieri…

E’ passato un mese dall’inizio del Kindergarten, e devo ammettere che il Metodo Tedesco mi ha davvero sconvolta al punto che qualche giorno fa ho chiesto un colloquio con la preside, e oggi ci siamo incontrate.

Continua a leggere “L’Educazione alla tedesca, Stufe dopo Stufe.”

Il Wimmelbuch che racconta la vita dei cittadini di Monaco.

Ieri era il compleanno di mio figlio e abbiamo colto l’occasione per incontrare un po’ di amici al Mütterzentrum. Siamo tornati a casa carichi di regali, Fulvio era al settimo cielo, tra il Pagliaccio Nicolino e la mega torta di Smarties, vi lascio immaginare il picco glicemico. Prima della nanna, lo guardavo mentre era intento a sistemarsi i nuovi libri, non ci ho fatto molto caso, ma stamattina sistemando la cameretta ho scoperto che ci hanno regalato dei Wimmelbücher. Lo sapevo che prima o poi sarebbero arrivati, non si può crescere in Germania senza Wimmelbücher!

Continua a leggere “Il Wimmelbuch che racconta la vita dei cittadini di Monaco.”

Kindergarten: istruzioni per l’uso!

Ancora una volta sono qui alla scrivania, munita di dizionario Tedesco/Italiano e Moment per il mal di testa. Sto traducendo una brochure di 6 pagine con liste di regole e istruzioni per l’uso, s’intitola: “Herzlich Willkommen im Kinderhaus”. Ebbene si! Dopo un anno di patemi, riflessioni e paranoie varie, finalmente mio figlio lunedì inizia una nuova scuola, che frequenterà dai 3 ai 6 anni: il Kindergarten! Meno quattro giorni al lancio!

Tra le varie stranezze che sto traducendo, inizio col raccontarvi che ci hanno richiesto la pianificazione delle ferie per i prossimi dodici mesi! Si avete capito bene, dal primo di settembre ad agosto dell’anno prossimo, insomma oltre al dizionario, mi ci vorrà anche la sfera di cristallo! Tutto qui? Ma neanche per sogno! Siamo in Tedeschia, la terra dei pianificatori…

Continua a leggere “Kindergarten: istruzioni per l’uso!”

Cultura Tedesca: Osserva e Impara.

Eccomi alla fine del primo anno scolastico di mio figlio. Non spaventatevi se qui gli asili e le scuole chiudono a fine luglio, siamo in Baviera. Quest’anno di Vorkindergarten è stato davvero istruttivo, non solo per mio figlio, ma soprattutto per me in qualità di Mamma Expat. La mia strategia si è rivelata vincente, e voglio tenerne memoria in questo mio diario di viaggio. Mi aspettano ancora molti anni scolastici da affrontare, e come dicono dalle mie parti Estote parati cioè Siate pronti.

Continua a leggere “Cultura Tedesca: Osserva e Impara.”

Il Primo NON Compleanno

Sono mesi che le maestre mi chiedono: “Per vostro figlio, preferite un compleanno spontaneo o un NON compleanno?”. E io con il mio solito sguardo da mucca che ha visto passare il treno “Wassss?”. Inutile farsi domande, ogni volta che una cosa è incomprensibile, mi prendo un caffé con la mia amica Simona di Einespressobitte e ci ripetiamo come un mantra “è una questione culturale, come il bidet!”.

Continua a leggere “Il Primo NON Compleanno”

Poing, un salto nella natura!

Poing Wildpark Baviera Germania

Poing è una piccola cittadina nel cuore dell’Oberbayern, famosa soprattutto per il suo Wildpark. Che cos’è un Wildpark? Ma si dai in Italia ce ne sono parecchi, ma se siete curiosi, infilatevi le scarpe da ginnastica, prendete un sacchetto di mangime e seguitemi!

Continua a leggere “Poing, un salto nella natura!”