Kindergarten: istruzioni per l’uso!

Ancora una volta sono qui alla scrivania, munita di dizionario Tedesco/Italiano e Moment per il mal di testa. Sto traducendo una brochure di 6 pagine con liste di regole e istruzioni per l’uso, s’intitola: “Herzlich Willkommen im Kinderhaus”. Ebbene si! Dopo un anno di patemi, riflessioni e paranoie varie, finalmente mio figlio lunedì inizia una nuova scuola, che frequenterà dai 3 ai 6 anni: il Kindergarten! Meno quattro giorni al lancio!

Tra le varie stranezze che sto traducendo, inizio col raccontarvi che ci hanno richiesto la pianificazione delle ferie per i prossimi dodici mesi! Si avete capito bene, dal primo di settembre ad agosto dell’anno prossimo, insomma oltre al dizionario, mi ci vorrà anche la sfera di cristallo! Tutto qui? Ma neanche per sogno! Siamo in Tedeschia, la terra dei pianificatori…

La brochure che sto traducendo, riassume solo in parte il fascicolo del contratto, più di trenta pagine scritte in piccolo che mi rifiuto di tradurre, prima di capirlo tutto potrebbero passare mesi, forse anni, quindi correrò il rischio!

Oltre alla pianificazione delle vacanze, viene richiesta collaborazione ai genitori per gli orari di entrata e di uscita. Non sono molto elastici a dirla tutta, in Italia ad esempio in molte scuole materne puoi portare il bambino dalle 8 alle 9:30 qui se sul contratto hai scritto ore 8:00 si aspettano il bambino dalle 7:55 alle 8:10. Sempre riguardo agli orari, quando si va a riprenderlo bisogna lasciargli il tempo di ritirare tutti i giochi che sta utilizzando, e il suo armadietto va lasciato in ordine. La raccolta differenziata, non ci ha stupiti più di tanto. In pratica i bambini devono differenziare i rifiuti anche a casa, e nel nostro caso abbiamo già iniziato l’evangelizzazione da qualche mese. Altre stranezze? Divieto assoluto di indossare le infradito perché sono considerate troppo scivolose. Sono vietati gli orecchini e le collane sotto i tre anni, dopo i tre anni restano fortemente sconsigliati.

In questi giorni, oltre a tradurre, sto girando i negozi più disparati. Ecco l’elenco di cose che mi hanno chiesto di portare per il primo giorno di Kindergarten:

  1. Borsa con abbigliamento da ginnastica (tuta e scarpe). Hanno una palestra all’interno della scuola e la usano le classi a turno, una mattina a settimana.
  2. 50 Buste Cristal lisce. Serviranno per il Portfolio, o meglio il libro personale dei progressi che verrà regolarmente aggiornato dalle maestre, cosicché i genitori possano controllarli. A fine anno verrà regalato al bambino come diario scolastico.
  3. Un grande pacco di fazzoletti di carta. I bambini hanno spesso il naso che cola e bisogna essere pronti a tamponare ogni candelotto.
  4. Borsa con abbigliamento da fango: pantaloni e giacca di gomma, inclusi gli stivaletti. Come già sapete per i tedeschi il meteo non conta, i bambini escono anche con la pioggia e la neve. Io l’ho soprannominata Borsa Peppa Pig.
  5. Un cambio di vestiti da asilo. Pantaloni e maglietta, che vanno cambiati ogni settimana anche se puliti, per una questione di igiene.
  6. Completo di lenzuola per la nanna. C’è un salone, che io avevo scambiato per una discoteca, dove c’è una distesa di piccoli materassi per il sonnellino di gruppo. Il pupazzo per la nanna si può portare da casa, previa presentazione alla maestra. Quello di mio figlio si chiama Ettore e lo abbiamo già allertato.
  7. Zainetto con la colazione e la merenda. La colazione è dalle 7:30 alle 8:30. In ogni caso è incluso solo il pranzo, cucinato all’interno della scuola. La frutta e la verdura cruda per le pause, vengono consegnate da un contadino che ha l’orto vicino alla scuola. Cosa portare? Panini o biscotti? Cito testualmente: “I dolci non sono vietati, ma preferiamo non vederli ogni giorno”.
  8. Pannolini a mutandina e salviettine. Qui in Tedeschia, in alcune scuole, i bimbi accedono alla materna anche col pannolino, gli insegnanti sono convinti che convivendo molte ore con altri bambini più grandi il “problema” si risolva nel giro di poche settimane.

Riuscirà il piccolo italiano ad affrontare questa grande prova? Ma più di tutto, riuscirò io a non fare casini con tutte ste borse, regole e divieti? Mi sa che nei prossimi mesi ne leggerete delle belle! Ora vado, che devo prenotare le vacanze per giugno 2017…

children

immagine tratta da internet

10 pensieri su “Kindergarten: istruzioni per l’uso!

  1. Violetta Fiordaliso ha detto:

    Ciao Lara vedo che sei bella presa!
    E credo che lo sara per tanto tempo ancora,
    Ma sai che penso, che in fondo un po ti piace! Si dai a mettilo?
    Ahahaha, auguri di buona vita li in Baviera.
    Ciao e… divertiti. Un abbraccio dalla terra di tuo marito.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...