Il destino del Gruppo Giungla

Un mattina di fine inverno sono arrivata al Kindergarten; c’erano le solite facce tristi ma quel giorno erano più che motivate. Quando ho salutato l’educatrice del Gruppo Giungla, di cui fa parte mio figlio da ben due anni, lei si è fatta avanti e con lo sguardo preoccupato e mi ha sporto una lettera. Ho sbirciato in classe e ho notato un tavolo pieno di buste identiche. “E’ il calendario dei giorni in palestra?” ho chiesto banalmente, ma lei aveva gli occhi lucidi ed è andata via. Sono salita in macchina e ho aperto la busta, poche righe che per semplicità trascrivo in Italiano: Continua a leggere

Il corso di tedesco a quattro anni

In questi due mesi di silenzio in realtà sono successe moltissime cose. Io ho preparato l’esame di Tedesco B2, pertanto scusate ma comparivo solo sulla pagina Facebook, mentre mio figlio quattrenne ha iniziato il corso di tedesco all’asilo.

Qui lo studio della lingua nazionale è un punto cardine di tutto il sistema scolastico, sia per i tedeschi che per gli stranieri. Per un bambino straniero che arriva in Germania è praticamente impossibile non essere coinvolto in corsi di studio del tedesco per stranieri. Non importa l’età del bambino, studierà tedesco sempre e in ogni caso.

Così quando una mattina ho ricevuto questa lettera, ho immediatamente capito di cosa si trattava. Continua a leggere

Due chiacchere sull’integrazione

Rientrando da una passeggiata con delle amiche mi sono ritrovata sul pianerottolo con la mia vicina di casa. Ci capita spesso di chiaccherare, lei è originaria del nord della Germania e a dirla tutta, non ha mai espresso opinioni molto positive sul vivere in Baviera. Non so perché ma ogni volta si stupisce del mio entusiasmo.

Il mio tedesco sta lentamente migliorando, così stamattina ho colto l’occasione per approfondire, visto che lei mi chiede sempre come procede la mia integrazione in Baviera, le ho chiesto: “E la tua integrazione come va?”. Lei ridendo: “Fai bene a chiedermelo perché io non sono bavarese, sono tedesca.” Continua a leggere

5 minuti di cronaca al Tg delle 20

Paese che vai, usanze che trovi.
A Erding una gongolante cittadina a nord di Monaco si svolge il mercato ogni giovedì mattina, e voi penserete: beh che c’è di strano? è tutto strano!
Intanto scordatevi cinesi e indiani con gli accessori tarocchi di ogni genere, ammetto di averli cercati, sapete la forza dell’abitudine! niente Chanel, Dior ma strudel e wurste!

Continua a leggere