I picchiatori di Castagno

Ippocastano – Copyright intantointedeschia.com

I parchi in Tedeschia non sono come i parchi italiani, non parlo solo di pulizia e investimenti da parte dei comuni per tenerli puliti, e qui spendono davvero tanto, sono anche le persone che hanno un approccio alla natura profondamente diverso. Dimenticate l’immagine tipica della nostra penisola dove i parchi sono spesso il ritrovo per badanti in pausa sigaretta, anziani in stato confusionale, adolescenti in preda a delirio ormonale; niente di tutto questo, almeno di giorno! Considerate che spesso non sono illuminati pertanto le frequentazioni notturne non sono così semplici ne consigliabili.

Qui ci sono tanti bambini, ragazzini, i giochi più impensabili e fighissimi, tante costruzioni in legno e corda, enormi vasche di sabbia, scivoli che neanche i Goonies!
Oggi però è accaduto un fatto che è stato come un’epifania! Mentre spingevo mio figlio sull’altalena, sono arrivati un gruppetto di bambini sui dieci anni, pantaloncini, calzettoni di spugna e sandali, muniti di bastoncini di legno e sacchetti. Hanno circondato il grande castagno del parco e hanno iniziato a tirare per aria i bastoni, ridevano e saltavano. Ma che cosa fanno? Picchiano l’albero? Dopo qualche secondo ecco cadere a terra le castagne, decine e decine, hanno riempito i sacchetti fino all’orlo, soddisfatti e felici, sono stati raggiunti dai genitori vestiti come loro ma molto più alti e via verso casa!
Ecco la mia epifania, forse abbiamo dimenticato che i soldi non sono l’unico veicolo per ottenere qualcosa che ci piace, anzi forse educare i nostri figli ad ottere quello che vogliono con mezzi che escludano il denaro, potrebbe essere un modo per mettere in circolazione adulti più felici!
NB: Le castagne in questione non si mangiano! Fate attenzione! Vengono raccolte per uso decorativo. Si tratta infatti di Ippocastani diffusissimi qui in Baviera, i cui frutti sono in realtà semi molto simili alle castagne ma durante la cottura emanano un cattivo odore, e sono leggermente tossici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...